POESIE
Chiarastella Mastrostefano

Resti
rimangono
tra le pieghe del cuore
nascosti
si confondono
tra alibi e ragioni

Continuo a stracciare
l'animo
come un foglio di carta bianca
in piccoli geometrici quadratini
per far finta
di non sentire,

per non ricordare
metto a bagno d'acido
pensieri sentimenti volti

Tornano a galla
come duroni

TRA LE PIEGHE DEL CUORE

Chiarastella

Sulla testa della nostra quotidianità
un check-point
a sorpresa
ha sganciato "un intelligente massacro":
al suolo giacciono
resti interrotti bruscamente

Polvere di parole
mattoni rotti di un'intimità
definitive appuntite perdite d'affetti
brucianti ferite

E' TUTTO QUELLO CHE HO

Senza forza né speranza
devo fare una scelta:
affondo nel massacro
o
di nuovo inizio a costruire da quello che ho

ME STESSA

Chiarastella

ore 3.44 - notte / mattina - sabato - 05 Aprile 2003

Vive negli anni
una luce di luna

NEL MIO ARCHIVIO

che a volte
appare
e ai miei occhi
separa
le ombre dai contorni

in altri momenti
rimane
invisibile a me
che continuo a sbattere
con duri spigoli
di contorni

A CUORE FUSO

Chiarastella

03 marzo 2003 giovedì notte ore 0,53

<< libri << gruppo