PITTURA

Vincenzo Lopardo

Una forma tridimensionale, generatrice di movimento, che rimanda simbolicamente ad un pozzo. Un pozzo di cui è impossibile percepire la profondità e che, non essendo esplorabile nella sua totalità, non risulta mai veramente comprensibile." (Cristina Petrelli, 2005) Reset 2005
<< mostre
<< gruppo
curriculum
L'opera
Cliccare sulle immagini per ingrandirle
Non cliccabili
CURRICULUM Torna su
· Incontro sotterraneo - Scavi archeologici del Palazzo dei Capitani.
Mostra collettiva Leopardo - Alfonzi.
Dicembre 2005

· I luoghi del molteplice.
Mostra collettiva in omaggio a Pier Paolo Pasolini.
Palazzo dei Capitani - Ascoli Piceno.
Novembre 2005

· Artisti del Piceno per la Pace.
Steyr - Austria.
Settembre 2005

· Conflitti o desideri.
Rassegna d'arte contemporanea al Borgo Antico di Grottammare.
Luglio 2005

· Festival del teatro di strada e arti plastiche.
Montone (TE).
Luglio 2005

· Exibit 2005.
Rassegna d'arte contemporanea.
Palazzo dei Capitani - Ascoli Piceno.
Maggio 2005

· Buchi neri.
Mostra personale.
Comune di Affida (AP).
Dicembre 2004


· Posizioni instabili.
Mostra personale.
Al punto Einaudi - San Benedetto del Tronto (AP).
Settembre 2004

· Di dolcezza infinita.
Mostra con asta di beneficenza.
Comune di Monteprandone.
Luglio 2004

· Stanze aperte.
Collettiva.
Comune di Altidona (AP).
Luglio 2004

· Oblò.
Mostra personale.
Galleria L'idioma - Ascoli Piceno.
Marzo 2004

· Reset.
Mostra personale.
Libreria Rinascita - Ascoli Piceno.
Maggio 2003

·

Vincenzo Lopardo, nato l'1/2/1974, pittore autodidatta, partecipa a mostre collettive ed estemporanee da quando era bambino, dove si fa notare per la sua abilità tecnica nel disegno figurativo.
La prima personale risale al 1995 nel comune di Folignano, dove risiede anche attualmente. Ha lavorato anche nel campo teatrale con la realizzazione di scenografie per rappresentazioni di prosa e in campo musicale con l'installazione di fondali per concerti rock progressive e con la creazione di copertine per cd di gruppi musicali emergenti.
Nel 1997 si trasferisce a Londra dove vive per un anno, trovando spunti per una nuova pittura dai forti contrasti di luce e buio. Il buio è la base di partenza, la realtà dura e dolorosa e la luce è aspirazione mistica.
Tornato in Italia sviluppa uno stile personale e particolarissimo dove i fondi si schiariscono e i contrasti si attenuano, che da vita ad ambientazioni circensi e surreali con figure giocose e morbide. Questo percorso approda a Reset, una serie di opere del forte impatto emotivo, basate su tematiche fondamentalmente introspettive, rese attraverso lo studio delle figure umane in movimento. Leopardo riesce a mettere a fuoco gli aspetti impercettibili dei gesti e delle relazioni umane, mostra con efficacia ciò che non è direttamente visibile, che è immediatamente sotto alla superficie.
Rende accessibile alla vista quello che ci si affanna a catturare, che sfugge continuamente o che ritorna ossessivamente.
Negli ultimi lavori cambia i supporti, riciclando materiali già utilizzati, come tronchi, tavole e altro, dedicandosi anche a piccole installazioni di oggetti riciclati, come giocattoli. Le creature di legno si chiamano "I Lopi" (Annalisa Piergallini).

"Sono forme, quelle fermate dalla sua pittura, capaci di evocare stati d'animo e sensazioni. Attraverso un uso molto particolare del segno, che si fa sottile, quasi grafico, l'artista rende visibili creature inafferrabili, dalla sostanza evanescente. Senza mediazioni, con un gesto forte ed istintivo ed un colore deciso e contrastante. Riesce a materializzare un mondo intimo e poetico, dominato da un'inquietudine vibrante e passionale. Come le figure dei dipinti esposti in questa occasione, donne senza mani che vengono ad essere associate, in una stessa composizione, all'immagine di un cilindro. Una forma tridimensionale, generatrice di movimento, che rimanda simbolicamente ad un pozzo. Un pozzo di cui è impossibile percepire la profondità e che, non essendo esplorabile nella sua totalità, non risulta mai veramente comprensibile." (Cristina Petrelli, 2005) Reset 2005